Nazionale A maschile – Torneo dell’Acropolis. Italia-Serbia 64-96 (16 Belinelli). Il CT: “Non è bello perdere così. Serbia fortissima ma possiamo migliorare”. Domani la Turchia (17.00 in Italia, Sky Sport Arena)

Atene. Troppa Serbia per l’Italia. Il primo dei tre scontri estivi (il più importante al Mondiale il 4 settembre) va alla squadra di Djordjevic (64-96), che sfrutta chili, centimetri e talento per piegare un’Italia apparsa più viva rispetto alla sconfitta contro la Grecia. Privo di Gallinari e Datome, il CT Meo Sacchetti ha dovuto fare i conti stasera anche con l’improvvisa assenza di Daniel Hackett, fermato da un malessere intestinale. Nonostante la sfortuna e l’evidente divario fisico tra le due formazioni, l’Italia non ha dato mai nulla per scontato mostrando carattere e voglia di mettere in difficoltà la Serbia su ogni pallone. Marjanovic e compagni sono da Medaglia d’Oro mondiale e anche stasera lo hanno ampiamente dimostrato. Per l’Italia altro tassello sulla via di Foshan. Aspettando di poter avere tutti gli effettivi a disposizione.

Così coach Sacchetti: “Non è bello perdere in questa maniera. Abbiamo avuto qualche sprazzo durante la gara ma ci manca ancora quella durezza mentale per giocare contro squadre di questo livello. La differenza tra noi e loro l’abbiamo vista e pagata. Non scopriamo oggi la Serbia, squadra profonda e con giocatori che per noi sono immarcabili. Detto questo, si può migliorare, anche perché facendo poco canestro da fuori è difficile trovare gioco interno. Da oggi siamo in 14 dopo il taglio di Pietro Aradori: una scelta tecnica dovuta al fatto che in quel ruolo riteniamo di essere coperti”.

L’Italia parte subito bene: la tripla di Luca Vitali, playmaker titolare stasera, è un segnale e lancia la fiammata di Belinelli (2+3) che vale il 10-9 al sesto minuto. Sotto i canestri sono scintille e quando Djordjevic alza il tonnellaggio inserendo Jokic, Bjelica e Marjanovic è Tessitori a farsi notare. Le prova tutte il numero 16 Azzurro. Si fa fischiare 3 falli ma recupera palloni e cattura rimbalzi in un territorio presidiato da gente con quasi 15 centimetri in più. In avvio di secondo periodo l’accelerata è di Ale Gentile, che con un 2+1 e una schiacciata tiene l’Italia in vantaggio (20-17). Da questo momento, però, la Serbia ruggisce con un 10-0 che ammette poche repliche fino al canestro in precario equilibrio di Belinelli. Ormai è 22-27. C’è spazio per la seconda tripla di Vitali e per la schiacciata di Abass sulla testa di Jokic prima del nuovo allungo serbo che culmina con la tripla a fil di sirena di Bogdanovic. Intervallo sul 32-45 Serbia. Il secondo tempo si apre con lo show di Amedeo Della Valle, che in un minuto semina il panico con 7 punti consecutivi, tripla compresa. Il break viene vanificato dai 222 centimetri di Marjanovic (che schiaccia senza saltare) e dalla mira spaziale di Bogdan Bogdanovic (39-56 al 25esimo). Si finisce sotto di 20 (41-61) prima della nuova reazione Azzurra: Ale Gentile e Abass approfittano dell’antisportivo fischiato a Micic e accorciano (47-61). L’ultimo quarto fila via sulle giocate della coppia Jokic-Marjanovic, per larghi tratti devastanti. Le energie degli Azzurri vanno via via calando e la Serbia tocca il +30 (60-90) a due minuti dalla fine e il +32 alla sirena (64-96).

L’Italia tornerà in campo domani, domenica 18 agosto ore 17.00 italiane in diretta su Sky Sport Arena, contro la Turchia, che in serata giocherà contro i padroni di casa della Grecia. Lunedì 19 agosto la squadra viaggerà da Atene a Pechino per poi trasferirsi a Shenyang e disputare il torneo AusTiger con Serbia, Francia e Gran Bretagna. Esordio al Mondiale il 31 agosto a Foshan contro le Filippine (ore 13.30 in Italia, diretta Sky Sport).


Il tabellino

Italia-Serbia 64-96 (15-14, 17-31, 17-24, 15-27)
Italia: Della Valle 9 (2/2, 1/4), Belinelli* 16 (4/8, 2/5), Gentile 11 (3/7, 0/2), Biligha* 6 (2/6, 0/1), Vitali L.* 6 (0/2, 2/4), Filloy (0/3, 0/1), Brooks* 3 (1/1 da tre), Tessitori 2 (1/3), Ricci (0/2, 0/2), Abass* 9 (4/6, 0/2), Sacchetti B. 2 (1/2, 0/3), Datome ne. All: Sacchetti R.
Serbia: Simonovic* 8 (1/2, 2/3), Bogdanovic* 15 (3/3, 3/11), Bjelica 13 (1/1, 3/8), Raduljica ne, Bircevic* (0/1, 0/1), Jokic 20 (4/7, 1/1), Milutinov* 3 (1/2), Micic 11 (1/4, 2/4), Guduric 13 (1/2, 3/5), Jovic* (0/2, 0/3), Marjanovic 13 (4/6, 0/1). All: Djordjevic A.

Tiri da due Ita 17/41, Ser 17/30; Tiri da tre Ita 6/25, Ser 13/37; Tiri liberi Ita 12/14, Ser 23/27. Rimbalzi Ita 31 (5 Tessitori), Ser 45 (7 Bjelica, Marjanovic). Assist Ita 14 (3 Biligha, Vitali), Ser 24 (5 Micic).
Usciti 5 falli: Belinelli
Spettatori: 2.000
Arbitri: Schinas, Tsaroucha, Kardaris


Prima giornata

Grecia-Italia 83-63 (27-13, 22-15, 16-19, 18-16)
Grecia: Larentzakis 11 (2/2, 1/4), Athinaiou 2 (1/1, 0/3), Calathes* 11 (1/2, 3/6), Bourousis* 8 (2/4, 0/2), Sloukas (0/1 da tre), Papagiannis 2 (1/2), Printezis 12 (4/4), Papanikolaou* (0/1, 0/1), Papapetrou* 8 (3/8, 0/3), Vasilopoulos 3 (1/1 da tre), Antetokounmpo G.* 18 (6/9, 0/1), Antetokounmpo T. 8 (4/5). All: Skourtopoulos T.
Italia: Della Valle 6 (3/6, 0/2), Belinelli* 13 (6/9, 0/8), Gentile* 4 (2/8, 0/1), Biligha* 11 (4/9, 1/1), Vitali L. (0/1), Hackett* 12 (1/6, 1/1), Filloy ne, Brooks* 4 (2/4, 0/1), Tessitori 5 (2/5), Ricci 2 (1/4, 0/5), Abass 6 (1/5, 1/5), Sacchetti B. (0/1 da tre). All: Sacchetti R.

Tiri da due Gre 24/38, Ita 22/57; Tiri da tre Gre 5/22, Ita 3/25; Tiri liberi Gre 20/30, Ita 10/14. Rimbalzi Gre 43 (17 Bourousis), Ita 48 (8 Biligha, Hackett). Assist Gre 19 (7 Calathes), Ita 13 (4 Vitali).
Spettatori: 5.000
Arbitri: Koromilas, Papapetrou, Andrikopoulos

Serbia-Turchia 87-72 (25-18, 19-18, 27-18, 16-18)
Serbia: Simonovic* 3 (1/1 da tre), Bogdanovic* 17 (5/8, 2/6), Bjelica 5 (1/2, 1/1), Milosavljevic 2 (1/2, 0/1), Raduljica 5 (2/6), Bircevic* 13 (2/2, 3/4), Jokic 18 (5/10, 0/3), Milutinov ne, Micic 5 (1/2, 0/1), Guduric 11 (3/6, 1/4), Jovic* 2 (1/2), Marjanovic* 6 (3/7). All: Djordjevic A.
Turchia: Wilbekin 11 (3/3, 1/7), Balbay* 2, (1/3, 0/2) Birsen 1 (0/3 da tre), Osman* 12 (3/7, 0/5), Ilyasova* 13 (1/4, 2/6), Erden 3 (1/3), Mahmutoglu* 5 (1/1, 1/5), Arar* 2 (1/2), Durmaz (0/1), Ugurlu 3 (1/1 da tre), Sanli 4 (2/3), Korkmaz 16 (2/2, 4/8). Sarica U.

Tiri da due Ser 24/47, Tur 15/29; Tiri da tre Ser 8/21, Tur 9/37; Tiri liberi Ser 15/19, Tur 15/18. Rimbalzi Ser 35, Tur 31. Assist Ser 26, Tur 20.
Spettatori: 2.000
Arbitri: Schinas, Somos, Tziopanos


Torneo dell’Acropolis (OAKA)

Venerdì 16 agosto
Serbia-Turchia 87-72
Grecia-Italia 83-63

Sabato 17 agosto
Italia-Serbia 64-96
Ore 20.30 (ore 19.30 in Italia) Grecia-Turchia

Domenica 18 agosto
Ore 18.00 (ore 17.00 in Italia) Italia-Turchia (diretta Sky Sport Arena)
Ore 20.30 (ore 19.30 in Italia) Grecia-Serbia

La classifica

Serbia 4 (2/0)
Grecia 2 (1/0)*
Turchia 0 (0/1)*
Italia 0 (0/2)

*una gara in meno


Ufficio Stampa Fip
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: