Gara4: Banco di Sardegna Sassari – Umana Reyer Venezia 95-88

MarQuez Haynes
Banco di Sardegna Sassari – Umana Reyer Venezia
Finale Playoff 2019 – Gara 4
LBA Lega Basket Serie A – 2018/19
Sassari, 16/06/2019
Foto Silvia Fassi / Ciamillo

Parziali: 23-16; 51-41; 81-65

Banco di Sardegna: Spissu 9, Smith 10, McGee 11, Carter 12, Devecchi 2, Magro, Pierre 12, Gentile, Thomas 19, Polonara 2, Diop ne, Cooley 18. All. Pozzecco.
Umana Reyer: Haynes 22, Stone 7, Bramos 9, Tonut 7, Daye 16, De Nicolao 6, Vidmar 6, Biligha ne, Giuri 2, Mazzola, Cerella 3, Watt 10. All. De Raffaele.

Nonostante un ultimo quarto in cui riesce a riaprire i giochi dopo l’allungo dei padroni di casa fino al +16, l’Umana Reyer non riesce a bissare la vittoria di Gara3 al PalaSerradimigni: con il punteggio di 95-88, Gara4 è del Banco di Sardegna, che, prima di tornare al Taliercio, impatta la serie sul 2-2.
C’è una novità di quintetto per Sassari (McGee per Carter). La partenza è gestita a ritmi bassi su entrambi i fronti (4-4 al 2’30”). I padroni di casa provano un allungo (9-4 al 4′), subito dopo che Mazzola ha speso il terzo fallo e consumato il bonus. L’Umana Reyer si affida con poca precisione (0/7) al tiro da 3, così il Banco di Sardegna allunga fino al 17-8 al 7’30”. L’ingresso in campo di Tonut (5 di fila e 17-13 all’8′) e De Nicolao (tripla del 20-16 all’8’30”) dà la scossa, anche se Cooley resta un fattore e chiude il primo quarto sul 23-16.
Gli orogranata lottano a rimbalzo offensivo (dal sesto di squadra arriva il 25-18 di Giuri all’11’), ma Sassari trova dalla panchina Spissu e Carter, determinanti nell’allungo sul 35-22 al 14′. Haynes mette una tripla ottimamente costruita con la circolazione di squadra, anche se i padroni di casa incrementano ulteriormente il margine fino al +15 (40-25 al 15’30”). Dal 42-27 del 16′, l’Umana Reyer scalda la mano e, nonostante Cooley sia il primo a toccare la doppia cifra, le triple di Bramos e soprattutto Haynes (due di fila per il 13° punto personale) riportano gli orogranata sotto i dieci di ritardo (47-38 al 18′). Ancora da 3, Bramos fa anche -8 (49-41), ma i primi errori ai liberi della partita orogranata (0/2 di Vidmar) vengono pagati cari, visto che Pierre può chiudere il primo tempo sul 51-41.
L’Umana Reyer rientra in campo con un piglio molto più deciso. Haynes firma da solo un parziale di 0-5 (51-46 al 21′) a cui Sassari risponde con Thomas e Cooley (56-46 al 21’30”). Si procede a strappi e, anche per il tecnico alla panchina sarda, Watt, Daye (da 3 e dalla lunetta) e Vidmar riavvicinano gli orogranata sul 56-53 al 23’30”, poi è -2 (58-56) con la tripla di Cerella al 24’30”. I padroni di casa riprendono però l’inerzia e riallungano sul 67-58 al 26′. Stone mette la tripla del 67-61, ma il Banco di Sardegna continua ad allungare: 75-61 al 27’30”, poi 79-63 al 28’30”. Il +16 permane anche all’ultimo intervallo dopo i canestri di Vidmar e Polonara per l’81-65.
C’è un po’ di confusione, in campo, in avvio di ultimo periodo. L’Umana Reyer torna a -12 con De Nicolao, Watt e Daye (83-71 al 32′), prima che Watt esca per cinque falli. Poi Vidmar fa sentire la voce grossa a rimbalzo ed è -10 (85-75) con la tripla di Daye al 34’30”, su cui la panchina sassarese chiama time out. Si riparte con un’altra tripla, di Bramos (85-78 a metà quarto). Gli orogranata alzano l’intensità difensiva ed è 86-80 con Daye al 36’30” e di nuovo time out di Pozzecco sulla palla persa provocata dal raddoppio di Vidmar su McGee. De Nicolao, dopo aver recuperato un rimbalzo offensivo, subisce fallo e mette il libero dell’86-81 e si entra negli ultimi 2′ ancora sul -5 (89-84) dopo le triple di McGee e Daye. A -1’29”, l’instant replay inverte una rimessa, assegnandola all’Umana Reyer: Haynes trova l’89-86 a -1’25”, poi sbagliano da 3 Pierre e Daye, con il quinto fallo di Vidmar a rimbalzo offensivo e 2/2 dalla lunetta di McGee per il 91-86 a -48”. Chiama time out coach De Raffaele e Haynes segna due rapidi, ma poi spende fallo su Carter, che fa 2/2, così come McGee dopo l’errore di Bramos da 3. Altro time out veneziano sul 95-88 a -21”, ma l’Umana Reyer non segna, perde palla e la serie torna così al Taliercio in parità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: