La Vanoli si conferma al terzo posto battendo Brindisi 93-86 al PalaRadi.

La Vanoli festeggia la Pasqua regalandosi la matematica partecipazione ai playoff, blindando il terzo posto in classifica e agganciando Venezia al secondo. Il tutto al termine di una partita, quella del PalaRadi, che l’ha vista prevalere nei confronti di un’ottima Happy Casa Brindisi con il punteggio di 93-86. I biancoblu, dopo un primo tempo in cui hanno subito l’energia di Brindisi, escono alla distanza grazie a una ritrovata fase difensiva che permette loro di regalarsi buone opportunità offensive in transizione.

LA CRONACA – La Vanoli rincorre fin da subito gli ospiti. E’ Chappell infatti che, con un 3/3 dalla lunga distanza e 11 punti nel quarto, permette ai suoi di trovare un buon vantaggio. Brindisi tira bene da tre (5/8) a differenza di Cremona che fallisce il bersaglio in ben 8 occasioni su 9. Il 16-25 di fine quarto ne è la logica conseguenza. Nel secondo parziale la Vanoli, grazie a 11 punti di Diener con due canestri da oltre l’arco, trova finalmente ritmo in attacco ma paga ancora dazio in difesa dove Brindisi sfrutta alla grande l’abilità di John Brown. Al 20′ per lui sono già 17 i punti con un 7/9 da due che lo rende di fatto immarcabile. Brindisi riesce così a mantenere un vantaggio di 8 punti (42-51) dopo essersi trovata avanti anche di 11 (36-47). Alla ripresa del gioco però entra in campo una Vanoli diversa. Sacchetti abbassa il quintetto mettendo Stojanovic su Brown. La mossa inizialmente sembra pagare dividendi poiché Cremona rientra sino al meno 3 (52-55) proprio grazie a un canestro del giocatore serbo. Brindisi reagisce e grazie sempre al solito Brown ritrova 9 punti di vantaggio (52-61). Cremona però graffia in difesa e piano piano riesce a ricucire lo strappo e, con sette punti in fila di Stojanovic con coast to coast di grande energia e la tripla finale di Aldridge, trova la parità al 30′ (69-69). Nel quarto periodo la Vanoli conferma di avere finalmente il controllo dell’inerzia dell’incontro e in meno di tre minuti si ritrova avanti di 6 punti (77-71). I biancoblu non si guardano più indietro anche se una tripla di Zanelli riavvicina momentaneamente Brindisi. Ma la Vanoli ha sempre pronta la risposta da tre punti, prima con Crawford e poi con Stojanovic. La parola fine la mette di fatto una tripla di Ruzzier allo scadere dei 24 secondi per l’89-79 del 37′. A nulla serve l’estremo tentativo ospite. Si chiude sul 93-86.

MVP – Stojanovic è alla sua miglior prestazione in maglia Vanoli. E’ lui l’MVP con una doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi con anche 2 assist per il 24 finale di valutazione.

I PROTAGONISTI – Cremona manda ancora, come già a Brescia, sei uomini in doppia cifra. Oltre a Stojanovic ci sono infatti i 21 punti con 5 rimbalzi di Crawford, i 16 con 4 assist di  Travis Diener, gli 11, 5 assist e 6 falli subiti di un ancora decisivo Ruzzier, i 10 di Aldridge e la dodicesima doppia doppia di questa stagione firmata con 11 punti e 10 rimbalzi da Mangok Mathiang. Brindisi si appoggia a un grande John Brown che chiude con 29 punti, 7 rimbalzi e 30 di valutazione. 18 per Chappell e 11 a testa per Banks e Gaffney che aggiunge 6 rimbalzi, migliore dei suoi in questa statistica.

IL DATO – Cremona tira meno bene di Brindisi dal campo: 22/40, 55% contro il 26/45, 58% degli ospiti da due,  12/35, 34% contro il 9/25, 36% da tre. Le tre triple in più fanno la differenza. A rimbalzo Cremona ha la meglio (43-34) con ben 14 rimbalzi offensivi ben sfruttati dai biancoblu (18-6 i punti da seconde opportunità). La differenza la fa anche la panchina Vanoli che produce ben 33 punti contro i soli 11 di quella di Brindisi.

IL MOMENTO CHIAVE – Il parziale propiziato da Stojanovic nel terzo quarto permette alla Vanoli di rientrare nel punteggio e ritrovare parità e soprattutto inerzia. Il quarto periodo vede i biancoblu mantenerla allungando nel punteggio. La tripla di Ruzzier al 37′ regala alla Vanoli il margine necessario per controllare il finale di partita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: