Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” – I risultati della Terza giornata

Torneo Maschile

Girone A
Lombardia-Marche 53-55
Le Marche si aggiudicano nel finale il match con la Lombardia, un autentico spareggio per l’accesso alle semifinali. A parte l’avvio di gara, contrassegnato dalle triple marchigiane, il match lo conduce quasi sempre la squadra lombarda, che sfrutta al meglio il vantaggio sotto i tabelloni. Nel finale però si scatena Niccolò Malaventura: quattro suoi canestri da dietro l’arco di fatto valgono la vittoria e il diritto di affrontare il Lazio per un posto in finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Piemonte-Umbria 80-41
Il Piemonte si sblocca battendo l’Umbria nella sfida fra deluse del girone A. La resistenza della formazione umbra dura solamente un quarto, nella seconda frazione i piemontesi piazzano un break di 26-8 e mettono al sicuro il successo, ampliando poi il distacco con un ultimo periodo da 17-4.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Marche 6; Lombardia 4; Piemonte 2; Umbria 0


Girone B
Sardegna-Abruzzo 75-61

Primo e quarto periodo bastano alla Sardegna per superare l’Abruzzo e cogliere la prima vittoria del proprio Trofeo delle Regioni. Dopo aver chiuso la frazione iniziale sul +10, i sardi subiscono la rimonta degli avversari che sorpassano nel corso del terzo periodo. Nell’ultimo quarto però gli isolani tornano prepotentemente avanti, realizzando un parziale di 22-5 che vale il successo finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Campania 75-73
Vittoria al cardiopalma per l’Emilia Romagna che supera in rimonta la Campania. I padroni di casa si godono l’ottimo primo tempo di Giorgio Franceschi ma non riescono mai a distanziare gli avversari, bravi a rimanere incollati al match e poi a sorpassare nel terzo periodo, sulle ali di Cristian Riccardo. I campani si prendono tutta l’inerzia dell’incontro e vanno avanti anche in doppia cifra, dando l’impressione di poter coronare l’impresa. Nella quarta frazione però l’Emilia Romagna si appoggia a Marco Ramponi (14 punti nell’ultimo periodo) per riacciuffare la gara, vinta poi grazie a un paio di palloni recuperati nelle battute conclusive. Sarà dunque la squadra allenata da Luca Brocchetto ad affrontare il Friuli Venezia Giulia domani in semifinale.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Emilia Romagna 6; Campania 4; Sardegna 2, Abruzzo 0


Girone C
Veneto-Friuli Venezia Giulia 102-43

Il Veneto chiude il girone imbattuto e vola in semifinale, senza storia il match con il Friuli Venezia Giulia, chiuso già dopo la fine del primo quarto. Il +14 accumulato dai veneti in avvio mette subito il match in discesa, la squadra di Alberto Zanatta però continua a spingere sull’acceleratore e fa crescere costantemente il suo vantaggio fino a superare i 100 punti nelle ultimissime battute.
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Liguria 54-48
La Puglia si prende la prima vittoria del suo TdR battendo la Liguria nel finale. I pugliesi, in realtà, sembravano in grado di allungare già nel secondo quarto con un parziale di 15-7, dopo l’intervallo però la reazione ligure rimette tutto totalmente in discussione. Alla Liguria allora serve un’ottima difesa nell’ultima frazione (soltanto sette punti concessi agli avversari) per vincere e chiudere il girone in terza posizione.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Veneto 6; Friuli Venezia Giulia 4; Puglia 2; Liguria 2.


Girone D
Sicilia-Trentino Alto Adige 77-56
Vince rimontando la Sicilia, che si ritrova sotto di tre punti (17-20) a fine primo quarto contro il Trentino Alto Adige ma si porta avanti nel secondo periodo. Il parziale di 26-13 messo a referto prima dell’intervallo sposta l’inerzia del match dalla parte dei siciliani che poi ampliano il distacco al rientro dagli spogliatoi, gestendo senza patemi nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Lazio-Toscana 91-78
Lazio-Toscana 78-59 al 33'. Partita finita? Macché. La Toscana piazza un parziale di 0-15 e si riapre la gara al 37'. Recupera fino a -4 (78-74 al 37') e si lotta intensamente su ogni pallone. Lazio controlla il gioco e riallunga (86-76), la Toscana, invec, paga lo scotto per la lunga rincorsa, è imprecisa e il Lazio vince chiude in testa il girone.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Lazio 6; Toscana 4; Sicilia 2; Trentino Alto Adige 0


Girone E
Basilicata-Calabria 76-70
Vittoria in rimonta per la Basilicata che rincorre fin dall’inizio nel match con la Calabria, la quale si porta avanti di un paio di possessi ma non riesce mai a distanziare gli avversari. La pressione a tutto campo dei calabresi si rivela efficace nei primi tre quarti di gara, nell’ultima frazione però è la Basilicata ad alzare l’intensità della sua difesa, concedendo solamente cinque punti agli avversari e prendendosi il successo nel finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Molise-Valle d'Aosta 64-70 d1ts
Il primo tempo supplementare del Trofeo delle Regioni 2019 lo giocano Molise e Valle d’Aosta: vittoria per le valdostane al termine di un match perennemente in equilibrio. Nessuna delle due squadre, infatti, riesce mai a distanziare l’altra, serve allora un overtime per assegnare il successo alla formazione guidata da Raffaele Romano che dimostra di averne di più nei cinque minuti aggiuntivi.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Basilicata 6, Calabria 4; Molise 2; Valle D'Aosta 0



Torneo Femminile

Quarti 1/8 posto

Friuli Venezia Giulia-Lazio 43-54
Partita che vive di strappi tra Friuli Venezia Giulia e Lazio, vincono le ragazze di Angela Adamoli grazie a un ottimo quarto periodo dal punto di vista difensivo. In realtà le laziali iniziano meglio nel primo quarto ma nel secondo periodo subiscono il ritorno del FVG che impatta a quota 25. Al rientro sul parquet la squadra di Andrea Zucca continua a farsi preferire ma negli ultimi minuti del quarto il Lazio riprende in mano le redini dell’incontro, distanzia le avversarie nell’ultima frazione e si guadagna l’accesso alle semifinali.
Tabellini, play by play, statistiche

Lombardia-Sardegna 82-41
La Sardegna riesce ad opporsi solamente per un tempo alla Lombardia, che comunque conduce la gara dall’inizio alla fine e la chiude dopo l’intervallo, sfruttando le rotazioni più ampie. Il gap fra le due squadre cresce progressivamente fino alla sirena finale, anche perché le ragazze lombarde tirano con percentuali elevatissime da tre punti (38%) e si preparano nel migliore dei modi alla semifinale di domani contro l’Emilia Romagna.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Campania 64-38
Le padrone di casa regolano senza troppi problemi la Campania che riesce a rimanere in partita solamente nel primo periodo, chiuso addirittura in vantaggio di un punto. Nel secondo quarto, però, l’Emilia Romagna prende in mano l’incontro e passa in vantaggio, tornando negli spogliatoi sul +10. Dopo l’intervallo l’intensità della difesa emiliano-romagnola sale ulteriormente, le campane realizzano solamente 13 punti complessivi ed escono dalla partita.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Piemonte 57-64
La quarta semifinalista del torneo femminile è il Piemonte che batte il Veneto al termine di un match perennemente equilibrato. Le due squadre, infatti, si scambiano ripetutamente la testa dell’incontro lungo tutto l’arco della gara, nessuna delle due riesce mai ad allungare ma nel finale le piemontesi trovano le energie necessarie per mettere due possessi di distanza fra sé e le avversarie.
Tabellini, play by play, statistiche


Qualificazioni 9/20 posto

Molise-Liguria 33-97
Tutto facile per la Liguria nel confronto con il Molise che si ritrova in svantaggio di 15 punti già alla fine del primo periodo. La formazione ligure tiene in mano il pallino del gioco dal primo all’ultimo minuto, concedendo poco o nulla alle avversarie che vanno in doppia cifra soltanto nei due quarti centrali.
Tabellini, play by play, statistiche

Abruzzo-Sicilia 43-55
Secondo periodo decisivo nel confronto fra Abruzzo e Sicilia, vinto dalla formazione isolana grazie al parziale di 7-16 fatto registrare prima del ritorno negli spogliatoi. Dopo l’intervallo grandi difese su entrambe le metà campo, le abruzzesi però non riescono più a riavvicinarsi e devono arrendersi alle isolane che ampliano leggermente il distacco nella quarta frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Trentino Alto Adige-Marche 38-55
Una vittoria che nasce dalla difesa per le Marche che non concedono mai più di 11 punti in un quarto al Trentino Alto Adige. La formazione marchigiana resta in vantaggio dall’inizio alla fine e controlla l'incontro pur senza piazzare break importanti, nel finale la possibile rimonta trentina è neutralizzata ancora una volta dal lavoro nella propria metà campo che consente alle Marche di cogliere il successo.
Tabellini, play by play, statistiche

Vallle D'Aosta-Umbria 30-64
Successo agevole per l’Umbria che indirizza l’incontro con la Valle D’Aosta già nel primo quarto, chiuso sul 12-25. Nei due quarti centrali il vantaggio umbro si dilata ulteriormente, anche perché le valdostane mettono a segno solamente nove punti complessivi e non riescono più a rientrare in partita, subendo ulteriormente nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Basilicata-Calabria 46-69
La Calabria costruisce la sua affermazione sulla Basilicata nel primo periodo: il parziale di 8-25 risulta decisivo nell’economia del match anche se le ragazze lucane provano a scuotersi nel secondo quarto. La reazione, però, serve solamente per accorciare momentaneamente perché i soli cinque punti segnati nella terza frazione sono una zavorra troppo pesante sulle speranze di rimonta della Basilicata.
Tabellini, play by play, statistiche

Puglia-Toscana 56-74
Vittoria meritata per la Toscana che resta avanti dall’inizio alla fine contro la Puglia. Le toscane si portano sul +7 alla fine del primo periodo e tornano negli spogliatoi con dieci punti di margine, le pugliesi provano a rimanere aggrappate all’incontro ma non riescono mai a riavvicinarsi, vedendo il loro distacco aumentare gradualmente fino al -18 finale.
Tabellini, play by play, statistiche