Trofeo delle Regioni “Cesare Rubini” – I risultati della Seconda giornata

Trofeo Maschile

Girone A
Lombardia-Piemonte 55-52
La Lombardia supera in volata il Piemonte e resta imbattuta nel suo TdR. I lombardi mantengono la testa dell’incontro dall’inizio alla fine ma non riescono mai a scappare via, merito dei piemontesi che sono sempre in grado di riportarsi sotto dopo i momenti di difficoltà e vanno vicini a completare la rimonta nel quarto periodo. Il Piemonte, infatti, arriva in un paio di occasioni a -2, ma i ragazzi di Guido Saibene si salvano grazie a qualche buona azione difensiva nel finale, riuscendo poi a sfuggire ai tentativi di fallo sistematico.
Tabellini, play by play, statistiche

Marche-Umbria 85-48
Affermazione netta per la rappresentative delle Marche che supera l’Umbria, resta a punteggio pieno e domani affronterà la Lombardia per determinare la prima classificata del Girone A. Gli umbri restano aggrappati alla gara con grinta nel primo periodo, chiuso sotto 17-10, ma danno segni di cedimento nel secondo, tornando negli spogliatoi con 18 punti da recuperare. Nel terzo quarto l’intensità marchigiana non cala minimamente ma l’Umbria ha il merito di restare nell’incontro, facendosi distanziare abbondantemente soltanto nell’ultima frazione.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Marche, Lombardia 4; Umbria, Piemonte 0


Girone B
Campania-Abruzzo 69-48
Seconda vittoria anche la Campania che ha bisogno di un ottimo secondo tempo per avere la meglio sull’Abruzzo. La formazione abruzzese, infatti, se la gioca alla pari nel corso del primo tempo, tornando negli spogliatoi con un solo punto da recuperare (29-28). Dopo l’intervallo, però, i campani cambiano marcia e salgono sul +10 all’ultimo riposo; nella quarta frazione è ancora la Campania a farsi preferire, aumentando ulteriormente il gap.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Sardegna 86-75
Serve una grande prestazione all’Emilia Romagna per vincere la resistenza di un'ottima Sardegna. I sardi, infatti, scendono in campo senza alcun timore reverenziale nei confronti dei padroni di casa, restano sempre incollati agli avversari e mettono addirittura la testa avanti in più di un’occasione, come alla fine del primo periodo. Gli emiliano-romagnoli cercano di allungare ma gli isolani sanno sempre incassare e rispondere poco dopo, ai sardi però non bastano i 33 punti di Fabio Basoli perché nel finale la selezione di Luca Brocchetto gestisce al meglio il vantaggio accumulato.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Emilia Romagna, Campania 4; Sardegna, Abruzzo 0


Girone C
Friuli Venezia Giulia-Liguria 39-50
La giornata del PalaSalso si apre con la vittoria della Liguria nei confronti del Friuli Venezia Giulia, al termine di una partita combattuta dall’inizio alla fine. Decisivo il miglior approccio all’incontro dei liguri, più pimpanti in avvio, soprattutto nella metà campo difensiva, tanto da chiudere il primo periodo sul 7-13. La squadra allenata da Andrea Toselli riesce a preservare il margine accumulato e resiste anche al tentativo di rimonta del FVG che si gioca il tutto per tutto con il pressing nel finale ma non riesce a recuperare.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Puglia 95-60
Prestazione offensiva di spessore per il Veneto che batte nettamente la Puglia con tre quarti giocati a ritmi elevatissimi. Nel primo periodo i veneti mettono a referto addirittura 33 punti, portandosi subito sul +17, prima di chiudere definitivamente i giochi con il parziale di 26-12 nel secondo quarto. La Puglia si scuote nella terza frazione (11-18) ma il Veneto torna ad attaccare benissimo nell’ultima, allungando fino al +35 finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Veneto 4; Friuli Venezia Giulia, Liguria 2; Puglia 0


Girone D
Toscana-Trentino Alto Adige 75-50
Vittoria convincente per la Toscana che supera il Trentino Alto Adige allungando principalmente nei due quarti centrali. Dopo aver chiuso la prima frazione sul +6, i toscani scrivono un parziale di 24-13 nel secondo periodo, indirizzando l’incontro. I trentini, infatti, non riescono più a riavvicinarsi, anche perché non vanno oltre i 5 punti segnati nella terza frazione e scivolano fino al -25 finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Lazio-Sicilia 77-61
Il Lazio batte la Sicilia, resta a punteggio pieno e domani affronterà la Toscana in una gara che sarà di fatto un quarto di finale. I ragazzi di Enrico Gilardi provano a mettere fin da subito il naso avanti ma i siciliani sono bravi ad alternare giocate in velocità a movimenti spalle a canestro, restando aggrappati al match sul 43-35 dell’intervallo. I laziali alzano il ritmo al rientro in campo ma non riescono comunque a chiudere definitivamente i giochi, gli isolani però sono costretti a cedere nel quarto periodo di fronte all’ennesima accelerazione del Lazio.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Lazio, Toscana 4; Sicilia, Trentino Alto Adige 0


Girone E
Basilicata-Molise 54-31
La Basilicata si aggiudica l’incontro con il Molise soprattutto grazie a una buona prova difensiva. Già nel primo quarto la gara viaggia su binari favorevoli ai lucani che si presentano con un parziale di 18-6, nel secondo periodo i molisani riescono a tenere botta ma dopo l’intervallo la Basilicata torna a mordere nella propria meta campo, concedendo agli avversari solamente 13 punti complessivi.
Tabellini, play by play, statistiche

Calabria-Valle d'Aosta 105-75
Partita a punteggio altissimo fra Calabria e Valle d’Aosta, il finale che sorride alla squadra calabrese, avanti dall’inizio alla fine. Il +10 maturato nel primo periodo è già una dote importante, che aumenta ulteriormente con un secondo quarto da 25-20. I valdostani tentano comunque di rimanere in partita nel secondo tempo ma vengono distanziati definitivamente nella quarta frazione, nella quale la Calabria mette a segno ben 29 punti.
Tabellini, play by play, statistiche

Classifica: Calabria, Basilicata 4; Valle D'Aosta, Molise 0


Trofeo Femminile

Calabria-Umbria 21-78
Vittoria agevole per l’Umbria che fa sua la sfida con la Calabria chiudendo i giochi già nel primo quarto, concluso sul 5-26. Nel secondo periodo la difesa umbra fa ancora meglio, non concedendo alcun punto alle avversarie: all’intervallo match in ghiaccio sul 5-43, con ampio spazio alle panchine negli ultimi 20 minuti.
Tabellini, play by play, statistiche

Sicilia-Sardegna 50-96
Successo convincente per la Sardegna che conduce fin dall’inizio la gara contro la Sicilia, che riesce comunque a restare parzialmente in partita almeno nel primo tempo. Le ragazze sarde chiudono il primo periodo sul +9 (12-23) e conducono di 16 lunghezze all’intervallo lungo, ma è al ritorno dagli spogliatoi che fanno salire ulteriormente il livello del loro attacco. I 31 punti messi a segno nella terza frazione chiudono definitivamente il match e consentono alla Sardegna di giocare con relativa tranquillità il quarto periodo.
Tabellini, play by play, statistiche

Valle d'Aosta-Basilicata 64-20
Netta affermazione della Valle d’Aosta nei confronti della Basilicata, in difficoltà fin dalle prime battute. Le valdostane, infatti, mettono al sicuro la vittoria già nel primo periodo con un parziale di 21-4 e poi aumentano ancora il distacco con un 10-0 nella seconda frazione. Il match non torna più in discussione nel secondo tempo, durante il quale i due allenatori si concedono ampie rotazioni.
Tabellini, play by play, statistiche

Marche-Lazio 47-67
Seconda vittoria per il Lazio che scappa via fin dal primo quarto contro le Marche. I 14 punti di vantaggio messi in cascina della laziali dopo dieci minuti rappresentano una dote decisiva, anche perché le restanti tre frazioni risultato tutto sommato equilibrate. Le ragazze marchigiane riescono anche a prevalere nel terzo periodo, ma il ritardo accumulato è troppo per poter pensare di riaprire l’incontro.
Tabellini, play by play, statistiche

Veneto-Puglia 89-31
Nessuna fatica per il Veneto nel confronto con la Puglia, sotto di 22 punti già alla fine del primo periodo (27-5). Le ragazze venete guadagnano altri 12 punti di margine nella seconda frazione, potendosi permettere di gestire la gara, senza rischiare nulla, al rientro dagli spogliatoi.
Tabellini, play by play, statistiche

Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige 73-37
Il Friuli Venezia Giulia supera il Trentino Alto Adige senza eccessivi problemi. Partita subito in mano al FVG che piazza un doppio 19-8 nei primi due quarti e torna negli spogliatoi con 22 punti di vantaggio. Nel terzo periodo il trend dell’incontro non cambia, il Trentino si ferma ancora a 8 punti mentre le avversarie ne infilano 24 e mandano definitivamente in archivio la partita.
Tabellini, play by play, statistiche

Piemonte-Toscana 62-58
Il Piemonte accede ai quarti di finale per il 1°/8° posto battendo la Toscana al termine di un match perennemente in equilibrio. Le piemontesi hanno il merito di condurlo per larghi tratti, dovendo però sudare fino alla fine per portarlo a casa, nonostante il +12 iniziale avrebbe potuto far pensare a una gara tutta in discesa. Le toscane, invece, si riportano in scia nei due quarti centrali, poi tornano nuovamente a -10 all’ultimo riposo ma si riaffacciano a un solo possesso di distanza nel finale, non riuscendo però a coronare la rimonta.
Tabellini, play by play, statistiche

Emilia Romagna-Molise 85-21
Nessun problema per l’Emilia Romagna nel match contro il Molise, archiviato dalle padrone di casa dopo pochi minuti. Il parziale del primo quarto (23-6) certifica già la superiorità delle ragazze emiliano-romagnole, brave a non abbassare mai l’intensità del loro gioco fino alla sirena finale.
Tabellini, play by play, statistiche

Lombardia-Abruzzo 90-22
Vittoria agevole anche per la Lombardia che tiene in bilico la sfida con l’Abruzzo solamente per pochi minuti. Dopo qualche azione di studio, infatti, le lombarde si portano avanti in doppia cifra al primo riposo e chiudono definitivamente i conti nel secondo periodo (27-2), concedendosi due quarti in controllo.
Tabellini, play by play, statistiche

Liguria-Campania 53-54
Rimonta folle della Campania che recupera tutto lo svantaggio sulla Liguria nel quarto periodo e stacca un incredibile pass per i quarti di finale. Le Liguri, infatti, comandano il gioco per larghi tratti, arrivando all’ultimo riposo con 12 punti di vantaggio che non bastano per ottenere la vittoria finale. Nella quarta frazione la squadra campana rimonta inesorabilmente e sorpassa nelle battute conclusive con i canestri di Giorgia Festinese e Antonietta Pragiola.
Tabellini, play by play, statistiche

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: