Umana Reyer U16 seconda al prestigioso “Trofeo Bruna Malaguti”

L’Umana Reyer Venezia Under 16 si classifica al secondo posto all’ambito Trofeo Bruna Malaguti (2-6 gennaio) organizzato dalla società BSL San Lazzaro e che ha visto sfidarsi i migliori giovani italiani categoria Under 16. Di seguito il percorso degli orogranata che hanno ceduto in finale all’A|X Milano, un’esperienza che sarà utile per la seconda parte di stagione.

Fonte Area Comunicazione BSL – Matteo Airoldi

Girone di qualificazione

Umana Reyer Venezia – Victoria Libertas Pesaro 81-54

Umana Reyer Venezia: Bolpin 12, Casarin 22, Mafolino, Berdini 11, Cappellotto 5, Chapelli 4, Kovacs 11, Boglione 4, Cravero 7, Valentini 5, Grani 2. All.re Turchetto

Libertas Pesaro: Selvatici, Ferri 10, Donati, Rossi G. 4, Campagnoli 8, Mariotti 6, Pagnini 2, Sablich 14, Brocchi 2, Corbin 1, Formisano 2, Rossi M. 5. All.re Pentucci

Parziali: 17-11; 23-20; 17-12; 24-11

ABA Legnano – Umana Reyer Venezia 42-54

ABA Legnano: Darù, Fragonara 10, Genovese 3, Cassinerio 3, Gasparini, Luoni 2, Baggi, Bassani 10, Ferrario 7, Pisoni 7, Tornatore, Zuccoli. All.re Rocco, ass.te Agostinelli.

Reyer Venezia: Bolpin ne, Casarin 15, Mafolino, Berdini 27, Cappellotto, Chapelli, Kovacs 3, Boglione 2, Cravero 4, Valentini, Grani 2. All.re Buffo, ass.te Pravato.

Quarti di finale: Umana Reyer Venezia – Novipiù Campus Project 86-35

Umana Reyer: Bolpin 8, Casarin 15, Mafolino 6, Berdini 12, Cappellotto 6, Chappelli 5, Kovacs 15, Boglione 2, Cravera 8, Valentini 6, Grani 3. All.re Buffo, ass.te Pravato.

Novipiù Campus Project: Tinivella 2, Giovara 7, Bontempi 6, Scappini, Mauri 3, Sirchia, Ferrari A. 2, Ferrari F. 4, Okeke, Ghigo 3, Galli 4, Marchetti 4. All.re Fabrizi, ass.te Villa.

Semifinale: 86-67 Umana Reyer – ABA Legnano

La Reyer Venezia raggiunge l’Armani AX Milano nella finale del trentesimo “Trofeo Bruna Malaguti”. La formazione lagunare ha infatti battuto in semifinale l’ABA Legnano con un netto 86-67 e domani pomeriggio, alle 18.30, contenderà al PalaYuri il trofeo ai meneghini. A trascinare al successo gli orogranata sono state le prestazioni superlative di Casarin e Berdini che sono stati una vera e propria spina nel fianco della difesa di Legnano a cui non sono bastate le stilettate di Zuccoli, Genovese e Cassinerio. Sorretta dai punti di Cravero, la Reyer ha cercato l’allungo a cavallo tra primo e secondo quarto spingendosi a +7 (25-18), ma l’ABA è riuscita con prontezza a trovare le forze per rispondere e portarsi addirittura avanti grazie a Bassani e Zuccoli (31-27). Il vantaggio lombardo è però durato lo spazio di pochissimi istanti perché, all’improvviso, Venezia ha tirato fuori l’artiglieria pesante e ha iniziato a martellare il canestro avversario con Bolpin e Berdini che hanno propiziato un parziale di 14-0 che ha portato al +14 veneziano a fine primo tempo (46-32). Una fiammata che ha lasciato sul posto Legnano che, pur lottando con tutte le proprie forze, nel secondo tempo non è riuscita a raddrizzare la situazione finendo anche otre i 20 punti di distacco prima di poter alleggerire il passivo nel finale.

Umana Reyer Venezia: Bolpin 12, Casarin 25, Mafolino, Berdini 18, Cappellotto 5, Chappelli, Kovacs 11, Boglione 2, Cravero 10, Valentini, Grani 3, All.re: Buffo Alberto

ABA Legnano: Tornatore 2, Cassinerio 12, Zuccoli 17, Fragonara 4, Genovese 15, Luoni, Baggi 3, Ferrario, Cardani, Daru’ 4, Pisoni 2, Bassani 8, All.re: Rollo Enrico

Arbitri: Riccardi e Renga

Usciti per 5 falli. nessuno

MVP: Berdini (Reyer), Genovese (ABA)

Finale 1°/2° posto: Armani AX Milano – Umana Reyer 69-59

L’Armani AX Milano conquista la trentesima edizione del “Trofeo Bruna Malaguti” sconfiggendo 69-59 l’Umana Reyer Venezia al termine di una finale in cui lo spettacolo non è certo mancato e le squadre hanno dato vita ad una battaglia molto intensa. Orogranata privi di Berdini colpito da una sindrome influenzale. Mattatore del match è stato un immarcabile Francesco Gravaghi (nominato MVP del torneo) che ha chiuso con un bottino di 26 punti, uno in più di quelli mandati a segno dal dirimpettaio Akos Kovacs che fino all’ultimo ha cercato di tenere in piedi una Reyer mai apparsa rinunciataria. Dopo un primo quarto in cui su entrambi i fronti le polveri sono apparse piuttosto bagnate (12-12), Milano ha preso il sopravvento grazie ad un parziale di 15-2 alimentato dalle giocate di Tam e Gravaghi che hanno propiziato il 34-22 meneghino all’intervallo lungo. Un vantaggio cresciuto ulteriormente in uscita dagli spogliatoi quando Milano ha approfittato delle difficoltà offensive di Venezia colpendola con le stilettate di Gravaghi e di un Cassano più che posiitivo nel frangente, che hanno propiziato il +22 di fine terzo quarto (53-31). Pur soffrendo la fisicità meneghina però, Venezia è riuscita a riazare la testa e ha piazzato, anche grazie alla complicità di un antisportivo di Gravaghi su Bolpin, un parziale di 10-0 che l’ha riportata a -10 a pochi secondi dalla fine. Gli ultimi liberi di Gravaghi hanno però fermato l’emorragia facendo tirare un forte sospiro di sollievo a Milano e mettendo la ciliegina sulla torta del numero 20 milanese.

Armani AX Milano: Galicia 2, Cassano 5, Invernizzi 3, Vismara, Citterio 5, Sconohini, Erba, Gravaghi 26, Tam 13, Maioli 9, Romeo 2, Bonetti 3. All: Pampani.

Umana Reyer Venezia: Bolpin 2, Casarin 10, Mafolino, Cappellotto 6, Chappelli, Kovacs 25, Bogione, Cravero 8, Valentini 3, Grani. All.re Turchetto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: