Un’incerottata Forlì deve arrendersi all’Andrea Costa

Con il fattore campo a proprio favore, grazie agli oltre mille forlivesi presenti al Pala Cattani, ma senza Marini e Bonacini costretti a dare forfait: nonostante i cerotti l’Unieuro si presenta a Faenza con l’intenzione di non lasciare per strada rimpianti da Final Eight.
Difese padrone del campo nei primi minuti, con Raymond (5) e Donzelli (4) a dividersi gli unici canestri dei primi tre minuti e mezzo. Il 7-4 firmato Simioni dopo 3’40 convince Valli a chiamare il primo time out ma Imola allunga ancora (10-4 dopo 4’50) e serve tutta la classe dei due americani di Forlì per ricucire: 4 di Lawson e 5 di Johnson a cui si aggiunge l’ormai consueta tripla di De Laurentiis per il nuovo vantaggio a 2’20 (12-14). Al gioco da tre punti di Giachetti risponde un ispirato Simioni (6 nei primi 10′) e il primo quarto va in archivio con Forlì avanti di 1.
Il secondo quarto è favorevole a Imola, che approfitta di una Forlì del tutto inchiodata in attacco (3/15 dal campo) per allungare: un tap-in facile di Rossi e la tripla dell’onnipresente Raymond permettono alla squadra guidata da Di Paoloantonio di scappare 27-21 dopo 14’13. Il canestro di Tremolada a 2″ dalla sirena lunga permette ai biancorossi di restare aggrappati ad una partita che minuto dopo minuto si fa più complicata.
In apertura di terzo quarto Oxilia recupera palla e subisce un fallo antisportivo, ma non concretizza (0/2). Ad accendere squadra e pubblico pensa allora Rino De Laurentiis, che ne mette 6 in fila e nel boato del Pala Cattani riporta Forlì a contatto (37-33 a 8’12). Nel momento più caldo del match piovono triple, ma alle due consecutive di Lawson rispondono Fultz e Raymond, con Bowers che fissa il 49-39 al 4’20. Forlì reagisce di nervi e rientra con Oxilia, Donzelli stoppa Bowers e la tripla di un gigantesco Lawson riporta i biancorossi sul -2 a 1’40. Finale di quarto favorevole ai padroni di casa, che con Montanari tornano a +6 58-52.
Johnson fa subito -4 ma commette anche il quarto fallo, mentre le triple di Bowers e Magrini (2) ridanno il +10 a Imola a 6’30 dalla fine. Ultimi 5′ con Forlì a -9, i biancorossi provano con tutte le energie a restare aggrappati al match. Oxilia in penetrazione fa 68-61, Magrini però riporta subito Imola a +9 (70-61 al 37′). La penetrazione di Raymond chiude il derby: vince Imola, Forlì resta a quota 20 e domenica prossima aspetta Cagliari all’Unieuro Arena.

Andrea Costa Imola – Unieuro Forlì 74-63 (16-17, 37-27, 58-52)
ANDREA COSTA IMOLA: Ndaw ne, Montanari 3, Crow 2, Wiltshire ne, Fultz 3, Calabrese ne, Bowers 16, Rossi 6, Simioni 14, Raymond 20, Magrini 10. All. Di Paoloantonio.
UNIEURO FORLÌ: Tremolada 2, Giachetti 5, Flan ne, Donzelli 7, Bonacini ne, Dilas ne, Ravaioli ne, Fabiani, Oxilia 8, Lawson 23, De Laurentiis 9, Johnson 9. All. Valli.

L'articolo Un’incerottata Forlì deve arrendersi all’Andrea Costa proviene da Pallacanestro Forlì 2.015.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: