IL TITLE SPONSOR S.BERNARDO SI PRESENTA: «OGNI GOCCIA CONTA»

Si è tenuta presso l’elegantissimo ristorante “I Tigli in Theoria” nel cuore di Como, la conferenza stampa di presentazione del nuovo title sponsor di Pallacanestro Cantù: S.Bernardo, azienda italiana celebre nel mondo del beverage che ha scelto di dare fiducia al progetto del club canturino.

Per l’occasione, il nuovo partner ha scelto di presentarsi ufficialmente alla stampa in un raffinato ristorante stellato, situato in centro città in un prestigioso palazzo vescovile del ‘400, tra il Duomo ed il lago. Ad aprire la conferenza stampa Andrea Mauri, dirigente di Pallacanestro Cantù: «La sponsorizzazione con S.Bernardo arriva in un momento particolare, dove noi di Pallacanestro Cantù stiamo facendo di tutto per dare un futuro a questa gloriosa società. Grazie alla nostra determinazione siamo riusciti a firmare un nuovo title sponsor ed, in così poco tempo, non era davvero facile. In questo ci ha sicuramente aiutato trovare un partner con così tanta passione. Nella chiusura della partnership – racconta Mauri - accolta con grande entusiasmo dai nostri tifosi, ha avuto un ruolo fondamentale Roberto Allievi. Personalmente lo ringrazio tantissimo, ha fatto davvero da trade union. Roberto è un grande amico della Pallacanestro Cantù, anzi, il nostro papà visto che in società siamo tutti molto giovani. Avere una figura come lui, in un momento così importante, aiuta davvero molto e – ha concluso Mauri - per questo non finirò mai di ringraziarlo».

A seguire, la parola è passata ad Antonio Biella, direttore generale di S.Bernardo, il quale ha ricordato con grande emozione la sua prima partita da tifoso e le gesta dell’idolo Pierluigi Marzorati, presente in sala: «Ero al mitico Pianella, nel marzo del 1991, per la finale di Coppa Korac. Fu una partita incredibile, ricordo ancora che ero in curva dietro agli Eagles. Battemmo una grande squadra come il Real Madrid, fu davvero una partita avvincente. Con un esordio del genere non potevo che innamorarmi della Pallacanestro Cantù, oltre che innamorarmi di questo sport».

Il direttore generale di S.Bernardo, classe 1978 di origini comasche, ha voluto ricordare anche un fatto che ha segnato la storia canturina: «Da tifoso ho vissuto tanti momenti belli e altri meno belli, per questo voglio ricordare Chicco Ravaglia. La sua tragica scomparsa, datata 23 dicembre 1999, fa parte della storia di noi tifosi».

Nel corso della conferenza, Biella, ha voluto soffermarsi anche sui motivi che lo hanno spinto ad intraprendere questa nuova avventura: «L’azienda S.Bernardo è composta da una grande famiglia e da amici imprenditori che credono nello sport e nei suoi valori. Ci siamo avvicinati alla Pallacanestro Cantù perché come sempre, quando si tratta di cose davvero importanti, ti accorgi dell’importanza stessa soltanto quando hai perso qualcosa o stai per perderla, ed è andata proprio così. Ho incontrato Andrea Mauri e sono rimasto subito colpito dalla sua grande tenacia, entrambi volevamo portare avanti la storia della Pallacanestro Cantù e credo che i tempi rapidi con cui abbiamo chiuso l’accordo ne siano la prova. Ci siamo incontrati il sabato ed il lunedì dopo avevamo già chiuso tutto».

Dopo gli interventi di Mauri e Biella, anche Roberto Allievi ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione per il nuovo accordo: «Il brand Pallacanestro Cantù ha un valore importante che deriva dalla sua storia di successi che ha saputo conquistare nel corso degli anni. Io interpreto questa decisione della famiglia Biella e del gruppo S.Bernardo come un grande incoraggiamento per il club. Spero in un futuro lungo e felice, ringrazio Antonio e la sua famiglia per aver creduto alle mie parole. Ad Andrea, invece, rivolgo un grande incoraggiamento, sa che potrà contare sempre sul mio aiuto».

«Nessuno di noi, quando Antonio ci ha proposto la cosa, ha avuto dubbi sul fatto che questa partnership potesse essere una cosa positiva» ha aggiunto Marco Colombo, vice presidente di S.Bernardo. «Per noi è un onore e uno stimolo poter collaborare con Pallacanestro Cantù perché da sempre siamo molto vicini allo sport» ha concluso Colombo.

In chiusura di conferenza stampa, Antonio Biella ha voluto riprendere uno claim lanciato da S.Bernardo: «Ogni goccia conta è uno slogan che ci piace davvero moltissimo e che calza a pennello in questa situazione, con una squadra di pallacanestro come protagonista. Tra le tante cose, sta a significare soprattutto che i giocatori verseranno in campo tante gocce di sudore. Diciamo che le gocce, dunque, non riguardano soltanto il nostro brand di acqua minerale ma anche la squadra, così come le nostre nuove maglie».

Maglie di Pallacanestro Cantù che dal derby di domenica 9 dicembre contro l’Olimpia Milano avranno un nuovo look: bianche e verdi, un verde particolare, verde S.Bernardo. Nella produzione delle divise da gara, un ruolo fondamentale l’ha avuto ovviamente Eye Sport, sponsor tecnico della Prima Squadra canturina: «Collaboriamo con la Pallacanestro Cantù da questa stagione – ha raccontato Alessandro Ariu, CEO di Eye Sport – e la scelta di farlo è stata semplice, abbiamo subito colto l’occasione per la storia e per il prestigio della società. Cantù è una piazza dove il basket si vive con passione. Da parte nostra abbiamo cercato di intervenire sulla maglia con grande velocità, per dare spazio al nuovo stile e alle nuove idee di S.Bernardo» ha concluso Alessandro Ariu, prima del “light lunch” stellato che ha chiuso l’evento.